Archive for the Strade da cantare Category

Ho visto anche

Posted in Strade da cantare with tags on novembre 14, 2008 by guatantavara

Lungo Guatan Tavara c’è anche tanta tanta nostaglia. Basta poco, quasi un niente. Spesso una nota, sempre un verso, mai il rimpianto.
Oggi è così, è la nostalgia dell’ho visto

Chi se la ricordava questa…

E io ve la ricordo, avendola incontrata giorni fa, nel mio peregrinare tra i ricordi, ed avendola poi risentita oggi in una versione moderna, che non mi dispiace, ma che forse la farà diventare di moda. E io odio le canzoni che diventano di moda

E… veramente, stavolta avevo pensato a scrivere qualcosa su un album, che oggi forse si chiamerebbe un concept album… una di quelle magie che ci trovammo in regalo senza nemmeno essercene accorti… New Trolls e Fabrizio de Andre’…
Ormai il gioco è scoperto…

ma quanto era bella questa…vorrei comprare una strada nel centro di nuova york

e i mitici ghiacci di Thule… quanto ci ho sognato sopra, dentro, verso… ma chissà dove diavolo stanno… in Groenlandia, Canada, Polo Nord?

e Susy, la mia amata Susy, Susy Forrester, quanto l’avrei coccolata e difesa dalle brutture del mondo

E la pace? cantata prima di tutte le manifestazioni per la pace. La pace di Padre O’Brien

L’unica che conoscevano tutti era Irish, quello che andrà da Lui in bicicletta

E ce ne stavano anche tante altre… sulla strada, per la pace e compagnia cantando,
tipo ti ricordi Joe… ti ricordi di Sam con il cuore coperto di mosche….
Ma non le ho trovate, almeno in video, e quindi la nostalgia finisce qui…

Via della Scala

Posted in Piccoli ricordi di strada, Strade da cantare, Strade interrotte with tags , on settembre 19, 2008 by guatantavara

Mi suona strano pensare che non la canterai più.
A me che cantandola mi faceva stare di quella tristezza felice che ero un po’ triste e un po’ felice.
Un po’ come Michel di Lolli, sarà un caso che si parla di amicizia, ricordi e sogni? Sarà un caso che si parla di strade interrotte?
Che ti arrivi il mio ciao mentre la canti agli angeli (o ai diavoli?)

Strade da cantare

Posted in Strade da cantare, Strade da raccontare with tags , , , on marzo 4, 2008 by guatantavara

Quante saranno le strade cantate? Migliaia, come minimo.
Non so se esiste un cantautore o un gruppo (di quelli seri) che non abbia cantato almeno una volta strade, vicoli, piazze, autostrade.

Troppo facile mettersele a cercare… il gioco è tirarle fuori senza pensare… magari fare la classifica dei nostri amori… stradali

Le prime tre canzoni che sceglierei…
1) The road (però nella versione di Jackson Browne). Banale?
2) Desolation Row
3) La cattiva strada

Poi ci sono gli album – tipo Abbey Road e 4 Way Street – che non hanno singoli brani sulle strade, ma che non la lasciano mai la strada… o album che sono tutta una strada, tipo Senza Orario Senza Bandiera.

E le canzoni “stradarole”? tipo A muso duro e L’uomo in frac. Non c’entrano niente l’una con l’altra, sono due differenti modi di vivere (per) la strada, ma in fondo esprimono lo stesso senso di libertà disperata.

Quelle legate alla memoria? Via della Scala. L’immancabile (in tutte gli elenchi di buona famiglia) ragazzo della Via Gluck.

Quelle ballabili? Va bene Strade dei Subsonica? O Dancin’ in the Streets di Martha and the Vandellas?

Ripescando nel tempo si possono trovare strade di tutte le grandezze…
dalla struggenza del piccolo vicolo Gasoline Alley di Rod Stewart,
passando per l’intramontabile Penny Lane,
la “scabrosa” Via del Campo,
ancora i Beatles di The Long and Winding Road,
attraversando la moltisolitudine di Piazza Grande,
sfiorando Poison Street, la strada velenosa post-punk dei New Model Army,
avventurandosi verso la malinconia post-tutto dei Green Day lungo Boulevard of Broken Dreams,
stordendosi con la Highway 61 Revisited
incrociando la splendida, insuperabile Ventura Highway
fino ad arrivare al puro delirio visionario dei Pixies lungo la Motorway to Roswell, (anche se mica lo so se è più grande una Highway o una Motorway…)
E poi… tutte le direzioni, declinazioni, inclinazioni, aggettivazioni… Streets Of Love, Fascination Street, Street Song, The 59th Street Bridge Song, Sullivan Street, Living On The Streets, Dead End Street, Ill Street Blues.

E quante ne ha composte Bob Dylan, uno dei più grandi cantori della strada… oltre a Desolation Row e Highway 61 Revisited, ci sono anche On the Road Again, Down the Highway, Positively 4th street (bella anche con la voce di Mick Hucknall).

E poi le canzoni che hanno la strada nelle vene, come Piccola Città, bastardo posto… che si muove tra la Via Emilia e il West.

Si parla di strade in mille modi differenti. E ora mi andrò a cercare qualche testo per metterlo qui.

Insomma abbiamo appena cominciato…