Sopravvivenze e solitudini


(Appunti e visioni di un viaggio in Marocco – Capitolo 5)

La storia che vi voglio raccontare oggi è una storia fatta di mille storie che nemmeno si conoscono l’un l’altra eppure sono vicine come sanno esserlo le vite di chi sopravvive o è solo.

Mille storie di sopravvivenze solitarie e di solitudini sopravvissute al quasi nulla che diventa un irraggiungibile tutto

Sopravvivenze

PARTE PRIMA
I luoghi dove i colori nascono

Questo è il luogo, nascosto tra le pieghe vergognose del mondo, dove davvero i colori nascono

01 090816 02_6065

i colori che portiamo nei nostri giorni pieni e nulli,

02 090816 02_6057

colori di cui nemmeno ci accorgiamo e meno che mai ci domandiamo

03 090816 02_6062

e questi sono gli uomini che li fanno nascere i colori

04 090816 02_6064

090816 02_6053

05 090816 02_6061

non si sa in che tempo siamo, nemmeno a entrarci dentro…

06 090816 02_6058

07 090816 02_6059

08 090816 02_6073

09 090816 02_6075

fino a incontrare gli uomini che ai colori danno forma

10 090816 02_6082

PARTE SECONDA
La giornata di un fuochista

La giornata di un fuochista nasce in mezzo al fumo nero che il vento spinge verso l’Algeria

11 090816 02_6173

12 090816 02_6185

13 090816 02_6189

14 090816 02_6197

15 090816 02_6190

16 090816 02_6201

La giornata di un fuochista finisce in mezzo al fumo, che il vento stanco non sa più dove portare, e lascia lì, a intossicare le nostre anime inutili

17 090816 02_6203

-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-°-

Solitudini

PARTE PRIMA
Io appartengo a questa terra

18 090816 04_176

Io appartengo a questa terra e questa terra mi appartiene

19 090816 02_6251

Questa terra che mi dà da vivere e da morire

20 090816 02_6253

questa terra che mi accompagna dalla mattina alla sera e ancora oltre, fino alla mattina dopo

21 090816 02_6254

Io sono parte di questa terra e questa terra è parte di me

22 090816 02_6321

questa terra è la terra dove camminerà con me il mio amico andato via

24 090816 04_066

colui cui nessuna terra potrà essere amica se non dove si è messo a riposare

25 090816 04_101

colui che nessuna terra potrà mai più calpestare, se non quella dei nostri cuori che lo cercheranno ancora

26 090816 04_104

090816 04_111

28 090816 04_148


PARTE SECONDA

Questa terra mi appartiene

29 090816 02_6396

Questa terra mi appartiene eppure più non sento mia

30 090816 03_061

questa terra mi sfugge eppure mi rimane dentro

31 090816 03_082

come un volo di cicogna che più non faccio contro il vento ingrato del nord

32 090816 03_066

PARTE TERZA


Tutto quello che mi appartiene

33 090816 02_6143

Questo è tutto quello che mi appartiene

34 090816 02_6219

36 090816 02_6274

è la mia ricchezza che mi accompagna lungo il cammino

090816 03_299

o se mi fermo a cercare dove sono andato a finire

37 090816 03_218

nascosto tra le pieghe del mondo vergognoso

Annunci

Una Risposta to “Sopravvivenze e solitudini”

  1. Paolo Fefe' Says:

    Caro Stefano sono le 5.00 del mattino. Ieri cotto come una patata lessa sono andato a letto alle 10.00… e dopo aver dormito qualcosa in più delle mie sei ore, mi sono messo a girare per il web. Normale? Drogato? non lo so’ ho finito i libri da leggere e quindi inganno il tempo.

    Ho scovato dall’altra parte un collegamento a questo tuo blog di cui mi hai parlato spesso. Ho letto e guardato tutto con avidità.
    Ricordo che prima di partire per questa vacanza mi avevi detto che forse avresti voluto visitarla diversamente… e il reportage mi fa pensare che tu sia riuscito a farlo veramente. Dicono che l’Africa sia la concentrazione dell’essenza dell’uomo. E’ vero e tu l’hai capito e me lo hai spiegato. Nelle
    tue righe leggo un dolore quasi sussurrato, per qualcuno che c’era e che ora non c’è più. Ma solo fisicamente, il ricordo non si ferma e non si cancella.
    Non servono mesi per spiegare e trasmettere qualcosa di profondo. Basta una settimana, pochi giorni e ancora poche ore, per capire l’uomo ed i luoghi che fanno parte della sua storia, della sua gioia, del suo dolore di essere Uomo.

    Un caro saluto amico mio e grazie per questo risveglio. Oggi sarà un giorno in cui le “brutture comportamentali” cui assistiamo ogni giorno mi scivoleranno addosso senza aggredirmi.

    Spero di vederti presto.
    Paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: